Interrogazione in merito all’attivazione del varco elettronico di Via Maitani

Data:

Interrogazione in merito all’attivazione del varco elettronico di Via Maitani

 
COMUNICATO STAMPA n. 612/18 C.C. del 02.07.18 
Interrogazione per interventi volti a risolvere i problemi legati all’attivazione del varco elettronico in Via Maitani, nonché misure per promuovere i parcheggi sotterranei per limitare il transito e la sosta delle auto dei turisti sul Centro Storico
(ON/AF) – ORVIETO – Il Consiglio Comunale ha trattato alcune problematiche sulla viabilità nel centro storico sollevate dall’interrogazione del Cons. Andrea Sacripanti (Capogruppo “Gruppo Misto”) che ha chiesto al Sindaco e all’Assessore competente, “quali misure intenda adottare al fine di risolvere i problemi che vivono quotidianamente i Cittadini residenti lungo Via Maitani, ed in particolare nell’area dove è ubicato anche il Ristorante ‘Il San Francesco’, a seguito dell’attivazione del varco elettronico all’inizio della Via in questione che interdice l’accesso e il transito a collaboratori famigliari e parenti stretti impedendo loro di svolgere il proprio lavoro o, più semplicemente, di accompagnare i loro familiari anziani al Cimitero o ad una visita medica senza incorrere in una sanzione; inoltre, di promuovere con una segnaletica adeguata i parcheggi sotterranei al fine di limitare l’accesso, la circolazione e la sosta sul Centro Storico delle auto dei turisti stranieri. Misure che si rendono ancor più necessarie a seguito del provvedimento che ha soppresso i 50 stalli di Piazza del Popolo e che ha reso ancor più difficoltoso trovare parcheggio in Città per i residenti del Centro Storico e dei quartieri limitrofi”.
In particolare, l’interrogante ha evidenziato che “dal 4 giugno in Via Maitani, in assenza di alcun tipo di avviso e preventiva pubblicizzazione, è attivo il varco elettronico che sta creando una serie di disagi alle famiglie residenti lungo la via stessa, le quali lamentano, attraverso molteplici segnalazioni pervenute al sottoscritto, difficoltà nell’accedere ai propri domicili da parte di persone non residenti che per vari motivi hanno necessità di oltrepassare il varco.
In particolare, si segnalano i casi di famiglie costituite da anziani o con bambini piccoli le quali si avvalgono di persone non residenti, e quindi non in possesso dell’apposita deroga al transito, per l’accudimento dei loro cari.
In questi casi, i collaboratori domestici, che operano durante la giornata in assenza dei genitori o dei familiari, hanno necessità di utilizzare le proprie autovetture per il trasporto dei bambini piccoli o degli anziani per fare fronte alle varie esigenze che si presentano durante la giornata.
Si pensi al trasporto per una visita medica sia degli anziani che dei bambini, oppure al prelievo dall’asilo di bambini piccolissimi per malattie improvvise molto frequenti nei primi anni di età.
Non solo, si è anche arrivati al paradosso di multe somministrate a figli non residenti che si sono recati dai propri genitori anziani con difficoltà motorie per accompagnarli al Cimitero!
Tutto questo evidenzia la necessita di una radicale rivisitazione della viabilità in Via Maitani, tra cui un diverso posizionamento del varco, finalizzata a facilitare la vita delle famiglie residenti in quella zona”.
“Sempre in tema di viabilità – ha aggiunto – è da segnalare come, nei momenti di maggiore afflusso turistico, i visitatori stranieri salgano con le proprie auto sul Centro storico in cerca di parcheggio creando ingorghi a non finire anche a causa di una segnaletica che si rivela sempre più insufficiente nel fornire le dovute indicazioni ai turisti.
L’obiettivo di destinare prevalentemente ai turisti i parcheggi sotterranei di Campo della Fiera e di Via Roma risulta fallito ed è per questo motivo che si ritiene necessario intervenire al più presto con misure tese a promuovere meglio detti parcheggi e a migliorare una segnaletica che, ad oggi, appare confusa ed inadeguata”.

L’Assessore alla Viabilità, Andrea Vincenti ha risposto: “abbiamo verificato segnalazioni giuste e attendibili. In particolare c’è una situazione oggettivamente peculiare che con gli uffici stiamo affrontando, nei limiti del regolamento; pertanto, in presenza di situazioni meritevoli di attenzione, confermo l’impegno a risolvere tali criticità. La soluzione migliore sarebbe stata una diversa collocazione del varco, anche se più costosa. L’informativa sull’accesso al varco è stata fatta sul sito del Comune. 
Il divieto non lo fa il varco in funzione, ma lo fa il divieto stesso. La segnaletica c’è ed è corretta. Concordo che il semaforo è una spesa da fare perché semplifica e aiuta gli utenti della strada, il fatto è che, dal punto di vista normativo, tali strumentazioni stanno scomparendo. 
I parcheggi insilati vanno sicuramente meglio segnalati dal momento che sempre più persone si affidano al navigatore, in tal senso abbiamo già inviato alle società di segnalazione l’invito a fare delle rettifiche”. 
Il Cons. Andrea Sacripanti si è dichiarato: “parzialmente soddisfatto. A me risulta più di un caso. Se si concorda sul posizionamento del varco e sulla necessità del semaforo, perché allora non è stato fatto? Resta il fatto che in piazza Febei la segnaletica non è di facile lettura”.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento
02/08/2018