Dal 15 settembre al 1 ottobre “Orvieto città del gusto, arte, lavoro e innovazione”

Data:
7 settembre 2023
ORVIETO-GUSTO-ARTE-LAVORO-INNOVAZIONE-scaled 4003
La conferenza stampa a Palazzo Donnini a Perugia
Convegni, workshop, cene stellate, la tradizionale passeggiata enogastronomica ma anche occasioni di inclusione nel programma della terza edizione della manifestazione presentato a Perugia: tutto il programma e gli ospiti

 

(COMUNICAZIONE) ORVIETO – “Una manifestazione che si inserisce non solo nella programmazione del calendario unico degli eventi della città, che vede nell’autunno il momento dedicato alla promozione delle eccellenze enogastronomiche, ma più in generale all’interno di una strategia politico-amministrativa che punta alla valorizzazione delle vocazioni del territorio come elementi di crescita e sviluppo. Ci saranno importanti momenti di approfondimento in cui si parlerà di formazione, lavoro, processi innovativi, turismo di qualità. Obiettivi su cui siamo fortemente impegnati e sui quali serve condivisione e integrazione tra pubblico e privato per rendere più competitiva la città e il nostro territorio”.

Lo ha detto il sindaco di Orvieto e assessore al Turismo, Roberta Tardani, intervenendo questa mattina nella Sala d’onore di Palazzo Donini a Perugia alla conferenza stampa di presentazione della terza edizione di Orvieto Città del Gusto, dell’Arte, del Lavoro e dell’Innovazione che si terrà a Orvieto dal 15 settembre al 1 ottobre. L’appuntamento è ideato e realizzato dal Consorzio Orvieto Way of Life, da Fondazione Cotarella e da Coldiretti Umbria con il patrocinio del Comune di Orvieto, della Camera di Commercio dell’Umbria e di Rai Umbria e il supporto del Gal Trasimeno Orvietano.

Il programma dell’evento si aprirà con un’anteprima, giovedì 14 settembre alle 16 nella Sala Unità d’Italia, la tavola rotonda a cura di Coldiretti Umbria sul tema “Il turismo delle aree rurali dell’Umbria”. L’incontro, moderato dai giornalisti Rai Monica Caradonna e Luca Ginetto, vedrà la partecipazione del presidente nazionale di Coldiretti Ettore Prandini, del presidente regionale Albano Agabiti e della presidente provinciale Coldiretti Terni Dominga Cotarella, dell’assessore regionale a Turismo e Cultura Paola Agabiti, del presidente di Campagna Amica Carmelo Troccoli e di Roberta Garibaldi, esperta di turismo e cultura.

A inaugurare la kermesse sarà, quindi, venerdì 15 settembre alle 17 nella Sala dei 400 di Palazzo del Capitano del Popolo, il convegno dal titolo “Il Made in Italy agroalimentare e il turismo di qualità. Esperienze e territori memorabili”. Oltre a rappresentanti del Governo italiano, saranno presenti l’amministratore di Enit, Ivana Jelinic, Marina Lalli, presidente Federturismo, Ettore Prandini e Vincenzo Gesmundo, rispettivamente presidente e segretario Generale Coldiretti, il presidente della Federazione Strade del Vino Paolo Morbidoni, il Magnifico Rettore dell’Ateneo perugino, Maurizio Oliviero, il direttore Le Guide ai Piaceri e ai Sapori di La Repubblica, Giuseppe Cerasa. Insieme a Dominga Cotarella, Presidente di Fondazione Cotarella, al presidente del Consorzio Orvieto Way of Life Giuseppe Santi, al presidente del GAL Trasimeno Orvietano Gionni Moscetti e alla direttrice Francesca Caproni, alle istituzioni regionali e locali, si confronteranno sull’importanza dell’identità culturale dei territori e il suo stretto legame con la natura e l’ambiente e sulla necessità di ripartire proprio da essi per costruire un futuro di qualità, che significa anche un turismo di qualità, che permetta esperienze memorabili come lo sono i territori stessi, con le loro tradizioni e la loro cultura. A moderare l’incontro è la giornalista Rai Valentina Bisti. Agli ospiti del convegno sarà quindi servita un light dinner firmato dallo chef Gianfranco Vissani, una stella Michelin, e Campagna Amica.

Gusto e arte

Nei quindici giorni della manifestazione, con un programma particolarmente intenso nei tre fine settimana del 15/17 settembre, 23/24 settembre e 30 settembre/1 ottobre, si avvicenderanno pranzi e cene gourmet, con chef stellati come Heinz Beck (Ristorante La Pergola, Roma, 3 stelle Michelin), protagonista della Cena con le stelle di domenica 24 settembre alle 20, a Palazzo del Capitano del Popolo. Cristina Bowerman (Ristorante Glass, Roma, 1 stella Michelin) e Viviana Varese (Ristorante ViVa di Milano, 1 stella Michelin) saranno, presenti sabato 30 settembre alla imperdibile Passeggiata con gusto, percorso enogastronomico che unisce l’opportunità di esplorare le medievali vie del centro storico di Orvieto, scoprendone la ricchezza artistica e architettonica, alla possibilità di assaporare i migliori prodotti locali e le tante eccellenze del territorio. Cinque luoghi da ammirare per cinque piatti da gustare in abbinamento agli ottimi vini selezionati dal Consorzio di Tutela dei Vini di Orvieto. Gli studenti dell’Ipsia – Istituto Alberghiero Luca Coscioni di Orvieto, guidati da Giuseppe Solombrino, prepareranno i piatti da gustare lungo la passeggiata, studiati per l’occasione dalle due chef stellate. L’appuntamento è per il fine settimana del 30 settembre e1 ottobre. Lungo il percorso della Passeggiata non mancheranno animazioni per grandi e piccini, come l’esibizione degli Sbandieratori di Orvieto e di gruppi musicali itineranti, oltre alle mostre nercato della Cceramica e del merletto di Orvieto nella chiesa di Sant’Agostino e a Palazzo Coelli, a cura del GAL Trasimeno Orvietano, la mostra mercato dei produttori locali dei Comuni dello stesso Gal (da venerdì 29 settembre a domenica 1 ottobre in piazza della Repubblica) e di Campagna Amica Coldiretti (sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre in corso Cavour).

Il gusto, inteso come cibo e alimentazione nei molteplici aspetti, sarà anche al centro di due incontri, rispettivamente sabato 23 settembre e domenica 1 ottobre. Il primo incontro – sabato 23 settembre alle10:30 a Palazzo Coelli– sarà dedicato al tema de “La scienza a tavola. Consapevolezza e responsabilità”. Un momento di riflessione sul rapporto con il cibo, le patologie legate all’alimentazione e, più in generale, sulla qualità della vita e il ruolo che le istituzioni, i media, la scuola e gli operatori del settore possono avere a questo scopo. L’appuntamento vedrà la partecipazione, tra gli altri, di Laura Della Ragione, Psichiatra e Psicoterapeuta, fondatrice della Rete per i Disturbi del Comportamento Alimentare della USL 1 dell’Umbria, Barbara Nappini, presidente Nazionale Slow Food, medici, studiosi ed esperti. A moderare l’incontro sarà il direttore di Fondazione Cotarella Ruggero Parrotto.

Il secondo appuntamento, in programma domenica 1 ottobre alle 10:30 nella Sala dei 400 del Palazzo del Capitano del Popolo di Orvieto, è, quindi, dedicato ai più giovani e alla loro “fame” di relazioni, affetti, certezze, oltre che di cibo. Una riflessione a più voci sull’immagine, sulle sfide della società moderna e sul ruolo dei social e della tv saranno al centro dell’incontro “Alimentarsi di vita. La forza della fragilità”, con la presenza, tra gli altri, del narratore gastronomico Paolo Vizzari, di Sara Farnetti, specialista in Nutrizione Funzionale, Elisabetta Franchi, imprenditrici di moda, e Chiara Maci, consulente per aziende Food. Il convegno è doppiato in LIS.

Nel corso della giornata di domenica 1 ottobre Orvieto si veste di lilla, il colore simbolo della lotta ai disturbi del comportamento alimentare. In collaborazione con Fondazione Cotarella, Corso Cavour, la via principale della città, si colorerà di fiocchi lilla per sensibilizzare i visitatori nei riguardi di una problematica insidiosa e sempre più diffusa, anche tra i giovanissimi.

Non mancheranno i momenti dedicati alla valorizzazione e promozione dei prodotti tipici, quali il vino, l’olio evo e la pizza, piatto simbolo della Cucina italiana e Patrimonio Mondiale Unesco. Il vino sarà protagonista nella giornata di sabato 16 settembre con due appuntamenti pomeridiani: il primo alle 17:00 “Il sale della Terra: Orvieto e Chablis, due grandi territori in dialogo”a Palazzo dei Sette, a cura di Armando Castagno e Consorzio Orvieto Doc. Il secondo, a partire dalle 19:00 nel Cortile di Palazzo Filippeschi Simoncelli “Vini e assaggi oleocentrici a palazzo. Esperienze enologiche e gastronomiche, tra tufo e basalto”, cena a buffet a cura della Strada dei Vini Etrusco Romana e delle Strade dei vini e dell’olio dell’Umbria, con lo Chef Emanuele Rengo del Ristorante Vis a Vis, membro del circuito EVO Ambassador dell’Umbria. Allieterà la serata un concerto con musica dal vino e vi sarà anche la possibilità di una visita guidata ai sotterranei del Palazzo. La pizza, in versione gourmet, sarà quindi al centro della cena evento “Pizza gourmet e bollicine del territorio” che si terrà alRistorante Le Grotte del Funaro, in collaborazione con Pizzeria Starita a Materdei, Napoli, lunedì 18 settembre a partire dalle 20:30.

Infine, all’olio evo, sabato 23 settembre alle 16:30 a Palazzo dei Sette, sarà dedicato un interessante percorso enogastronomico alla scoperta degli oli umbri, con la guida esperta di Nicola di Noia, fondatore di Fondazione Evooschool Italia e direttore generale di Unaprol, in collaborazione con Gianluca Gregori, degustatore professionista di olio, in abbinamento a prodotti del territorio di Campagna Amica.

Da non dimenticare, venerdì 15 settembre alle 16:30 a Palazzo dei Sette la presentazione del libro I dolci di Scarponi, storia e ricette del pasticcere Attilio Scarponi (Intermedia Edizioni) e domenica 17 settembre alle 17, a Palazzo dei Sette, l’incontro con lo psicoterapeuta e scrittore Salvo Noè, che spiegherà come le “Emozioni nutrono la nostra vita” e, a seguire, L’ora del tè a cura del Caffè Montanucci.

Lavoro e innovazione

Il lavoro, l’innovazione e, più in generale, il futuro dei territori saranno, infine, al centro di alcuni momenti di confronto, tra cui martedì 26 settembre alle 17 nella Sala dei 400, l’incontro “Investire in un futuro responsabile e sostenibile”, a cura di Banca Lazio Nord, che spiega come il mondo della finanza stia cambiando pelle di fronte all’evoluzione dei sistemi geopolitici, ambientali ed economici mondiali, facendosi strumento per il cambiamento verso un futuro più sostenibile. Prenderanno parte all’incontro Giulio Pizzi, direttore generale della Banca Lazio Nord, Gianluca Filippi, responsabile del Servizio Finanza e Assicurazione di Cassa Centrale Banca, Alberto Vai Esperto in Formazione, Behavioral Finance e Profiling Comportamentale, Roberto Tanganelli, Presidente Confprofessioni Umbria e Luca Briziarelli Presidente Bil Benefit.

Venerdì 29 settembre alle 10:30 nella Sala dei 400 del Palazzo del Capitano del Popolo, si terrà l’approfondimento sul tema “Vocazione, orientamento, formazione. Accoglienza e relazioni nelle professioni del futuro”, dedicato ai ragazzi ma anche al mondo della scuola e del lavoro. Tra gli ospiti il calciatore della Juventus Mattia Perin, la regista Maruska Albertazzi, Andrea Chiriatti, responsabile relazioni sindacali, previdenziali e formazione FIPE Confcommercio e Roberto Mancinelli, Responsabile dello Sviluppo Business di Treccani Accademia. Il convegno sarà doppiato in LIS. Infine, sabato 30 settembre, una luce si accende sui Farmers Market, con l’incontro “Dai Farmers Market le frontiere per i nuovi sistemi alimentari”, in calendario alle 10:30 a Palazzo dei Sette. L’incontro, realizzato in collaborazione con la World Farmers Market Coalition, vedrà la partecipazione di Carmelo Troccoli, Direttore Nazionale Fondazione Campagna Amica, Richard McCarthy, Presidente della World Farmers Market Coalition, Jean Charles Khairallah, Leader dei Farmers Marketd del Libano, Dan Saladino, giornalista BBC e scrittore, Paolo Marchi, ideatore e curatore di Identità Golose, e le Chef stellate Cristina Bowerman e Viviana Varese.

Orvieto città dell'inclusione

Dal 28 settembre all’1 ottobre Orvieto diventa anche Città dell’Inclusione, grazie all’offerta di convegni, incontri e laboratori inclusivi e accessibili a tutti, spettacoli e momenti di aggregazione rivolti a bambini, ragazzi, e famiglie.

Nelle giornate di giovedì 28 e venerdì 29 settembre, in piazza Armi (ex Caserma Piave) sarà allestito il laboratorio di mototerapia “Metti in moto l’inclusione”, realizzato dai piloti de La Castellana, storica cronoscalata, giunta alla sua 50esima edizione anche per persone con disabilità, di cui sarà ospite speciale il pilota Omar Bartolacelli. Per i più piccoli anche i laboratori sensoriali a cura di Fattoria Tellus, in compagni di Nonno Enos e dei suoi nipotini, App & Tito.

Venerdì 29 settembre, inoltre, lil Comitato CiCasco e gli organizzatori de La Castellana porteranno piloti e auto in gara all’interno della Casa di Reclusione di Orvieto, per consentire ai detenuti che hanno partecipato al corso di fotografia a cura di Manuela Cannone di scattare le foto che serviranno per la realizzazione di un calendario, i cui proventi andranno a sostenere le famiglie con figli disabili. Nella stessa giornata di venerdì a Palazzo dei Sette, sono previsti tanti laboratori didattici per i più piccoli, durante i quali si potrà imparare, divertendosi. Non mancheranno Lampadino e Caramella, i due protagonisti del cartone  animato inclusivo “Lampadino e Caramella nel MagiRegno degli Zampa, in onda tutti i giorni su Rai YoYo e Rai Radio Kids, oltre che disponibile su RaiPlay, il primo cartone al mondo adatto anche a bambini con difficoltà sensoriali.

Una strategia – ha ribadito la presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, ricollegandosi all’intervento del sindaco di Orvieto – che come regione ci siamo dati da tempo e che ha dato i suoi frutti perché oggi il brand Umbria è riconoscibile a livello internazionale. Ci identificano come il Cuore verde dell’Italia ormai ovunque. E in questo l’enogastronomia è stato ed è un traino fondamentale. Eventi come Orvieto Città del Gusto, dell’Arte, del Lavoro e dell’Innovazione sono importanti ambasciatori del territorio, rappresentano un’occasione per scoprirlo e conoscerlo e uno stimolo a tornarci.”

A svolgere un ruolo fondamentale da tramite tra il pubblico e il privato è il GAL – hadetto Romeo Pippi, consigliere GAL Trasimeno Orvietano che ha portato i saluti del presidente Gionni Moscetticon alcuni punti fermi, tra cui quello di mettere in luce le tante qualità dei territori e favorire la presenza di aziende locali di assoluta qualità. Per questo il Gal Trasimeno-Orvietano ha sposato convintamente il sostegno a questa iniziativa  -ha ribadito Pippi facendo proprie le parole del presidente Moscetti – che rappresenta per Orvieto, per l’Umbria e per l’Italia, in particolare per la nostra economia, un momento di crescita attraverso la presentazione delle nostre peculiarità che diventano sempre eccellenza, ma che guardano anche al futuro, con l’obiettivo di coinvolgere le nuove generazioni nel tramandare e valorizzare ciò che ci è stato lasciato”.

Di adesione convinta al progetto di Orvieto Città del Gusto, dell’Arte, del Lavoro e dell’Innovazione ha parlato anche Albano Agabiti, presidente Coldiretti Umbria. “Siamo convinti che il cibo e le aziende agricole – ha detto – siano importanti per uno sviluppo sostenibile del territorio e l’identità dell’Umbria, rinsaldando il rapporto con cittadini, consumatori e turisti. Si tratta- ha aggiunto Agabiti – di un evento importante in grado di mettere al centro, arte, cibo, cultura, lavoro, innovazione e la vera accoglienza umbra.”

“Un progetto importante e complesso che richiede un lavoro di squadra – ha aggiunto Giuseppe Santi, presidente Orvieto Way of Life – che punta a valorizzare le produzioni del territorio e a creare rete tra i vari soggetti. Sono state coinvolte oltre 200 aziende locali per far conoscere il meglio del territorio. Un ringraziamento particolare va fatto all’istituto Alberghiero di Orvieto i cui studenti hanno l’opportunità di fare questa importante esperienza extrascolastica, con grande soddisfazione di tutti. Santi ha, quindi ricordato che “l’appuntamento con la Passeggiata con gusto del 30 settembre e 1 ottobre è senz’altro un’occasione unica per conoscere e apprezzare la città di Orvieto in maniera diversa e originale, oltre quelle che sono le meraviglie più note.”

Anche Marta Cotarella, fondatrice e consigliera di amministrazione di Fondazione Cotarella, ha tenuto a sottolineare la “volontà di fare rete sul territorio, mettendo a sistema tutti i valori rappresentativi dei diversi settori, che rendono riconoscibile un territorio. Quest’anno, dunque, saranno tante le tematiche affrontate nel corso dell’evento – ha sottolineato – economia, inclusione sociale, salute e benessere, turismo, cultura, sostenibilità, gusto, arte, formazione e lavoro, innovazione – con l’idea di creare momenti di confronto e di riflessione che si possano tradurre in opportunità di sviluppo per il territorio stesso e la comunità, soprattutto per i più giovani.”

E se l’identità di un territorio passa anche attraverso il cibo, uno degli obiettivi di Orvieto Città del Gusto, dell’Arte, del lavoro e dell’Innovazione, è anche quello di sensibilizzare il pubblico sulle conseguenze dell’approccio ad esso. “Come Fondazione Cotarella – ha precisato Ruggero Parrotto, direttore Generale di Fondazione Cotarella – abbiamo voluto dedicare due appuntamenti, il 23 settembre e l’1 ottobre, per riflettere su tematiche come la consapevolezza delle scelte anche a tavola e la responsabilità che oggi soggetti come la scuola, la famiglia, le istituzioni, gli operatori economici hanno verso i giovani proprio per renderli consapevoli di ogni loro scelta. Altro tema è quello della fragilità che molti dei nostri ragazzi, oggi, vivono, che deve essere considerata non un limite ma un punto di partenza per conoscersi e rafforzarsi.”

“Le eccellenze dei nostri territori sono giacimenti utili non solo a riaffermare la nostra identità ma anche a imbastire strategie di sviluppo futuro per quegli stessi territori.  – ha affermato in conclusione il vice presidente e assessore all’Agricoltura della Regione dell’Umbria, Roberto Morroni L’Umbria ha iniziato questo cammino da tempo e stiamo oggi raccogliendo i frutti di questo lavoro. Fondamentale che vi siano creatività, intraprendenza e spirito imprenditoriale, in una collaborazione tra privato e pubblico, per creare opportunità di sviluppo, perché di questo abbiamo bisogno per la nostra regione dando valore a questi giacimenti di sviluppo quali il cibo, la natura, la tradizione, in una parola la qualità della vita dell’Umbria.”

Informazioni e contatti

Tutte le informazioni dettagliate sull’evento sono disponibili sul sito www.orvietogustoearte.it

Instagram: orvieto_gusto_arte_lavoro

Facebook: Orvieto Città del Gusto, dell’Arte, del Lavoro e dell’Innovazione

Biglietteria/Punto informazioni accoglienza/Shop

Palazzo dei Sette – Piazza Cahen

Acquisto biglietti Passeggiata con Gusto

www.ticketitalia.com
www.orvietobooking.com

Info e prenotazioni
Eventi a numero chiuso e/o pagamento whatsapp 349 1001105 – 329 4030745
email info@fondazionecotarella.com – wayoflifeorvieto@gmail.com

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento
07/09/2023