Capitale della Cultura, i progetti di Orvieto all’assemblea nazionale dell’Anci

Data:
21 ottobre 2023
Giovedì 26 ottobre a Genova il sindaco Roberta Tardani interverrà all’iniziativa promossa nell’ambito dell’appuntamento annuale dal Ministero della Cultura e dalla Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali

 

(COMUNICAZIONE) ORVIETO – Si parlerà anche dell’esperienza della candidatura a Capitale italiana della Cultura 2025 e dei progetti della città di Orvieto alla 40esima assemblea nazionale dell’Anci che si terrà dal 24 al 26 ottobre alla Fiera di Genova.

Il sindaco e assessore alla Cultura, Roberta Tardani, interverrà giovedì 26 ottobre all’iniziativa “Capitale italiana della Cultura – Esperienze e racconti” promossa dal Servizio VI del Segretariato generale del Ministero della Cultura in collaborazione la Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali.

Ad aprire l’appuntamento, moderato dal giornalista Rai Giancarlo Loquenzi, saranno alle 9.30 i saluti di Francesca Saccone, dirigente Servizio VI – Eventi, mostre e manifestazioni – Segretariato generale del Ministero della Cultura, Marco Bucci, sindaco di Genova, e Antonio Decaro, sindaco di Bari e presidente dell’Anci. Dopo l’intervento su “La cultura per la ricostruzione” del commissario straordinario del Governo per la ricostruzione sisma 2016, Guido Castelli, si aprirà la discussione in una tavola rotonda divisa in due sessioni. La prima “Capitale italiana della cultura: le esperienze delle città vincitrici” vedrà confrontarsi Laura Castelletti e Giorgio Gori, rispettivamente sindaci di Brescia e Bergamo, città in carica, Daniele Vimini, vicesindaco di Pesaro, Capitale per il 2024, Francesco Miccichè, sindaco di Agrigento, città designata per il 2025, e Rodolfo Ziberna, sindaco di Gorizia, Capitale europea della Cultura 2025.

Nella seconda sessione, alle 11.30, “Cantiere Città: un percorso di valorizzazione per le città finaliste” interverranno Francesca Neri, responsabile Area supporto all’innovazione ed ai progetti complessi della Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali, Luca Agresti, assessore alla cultura di Grosseto, Elena Zennaro, assessore alla Cultura di Chioggia, Rosa Palomba, vicesindaco di Monte Sant’Angelo e Roberta Tardani, sindaco di Orvieto.

Come già accaduto lo scorso anno a Bergamo – commenta il sindaco di Orvieto, Roberta Tardanianche quest’anno a Genova l’assemblea annuale dell’Anci non sarà soltanto un rilevante momento di approfondimento sui temi e sulle questioni che stanno a cuore ai sindaci e agli amministratori pubblici ma anche un’occasione per mostrare con orgoglio, di fronte a un parterre di importanti città e di soggetti qualificati, i progetti che Orvieto è stata capace di elaborare e intende portare avanti. A Genova parleremo dell’esaltante esperienza della candidatura a Capitale italiana della Cultura 2025, che ha unito la città nell’elaborazione della proposta e nell’ambizione di centrare un obiettivo comune, e ci soffermeremo su uno dei progetti contenuti nel dossier che stiamo sviluppando con le associazioni anche nel contesto di ‘Cantiere Città’ che è quello relativo al ‘Cultural hub‘, lo spazio di produzione culturale e innovazione sociale che faccia convivere giovani artisti e operatori sociali, nomadi digitali e cittadini, aule multimediali e archivi storici, eventi culturali e corsi di formazione attraverso una progettazione condivisa. Come abbiamo più volte sostenuto – conclude – al di là dell’esito della competizione, la candidatura a Capitale italiana della Cultura ci ha lasciato un patrimonio di progettualità e di relazioni di alto livello che contribuiscono e contribuiranno a far crescere la nostra città sotto molti ambiti. Ringrazio il Ministero della Cultura e la Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali che ci hanno invitato a questo appuntamento riconoscendo il valore del lavoro svolto che può essere di esempio per altre realtà”. 

 

ANCI-genova_CIC_programma_DEF20ottobre 3870
Il programma della giornata

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento
21/10/2023