A Natale regalati Orvieto #7, la città si accende dal 24 novembre al 7 gennaio

Data:
18 novembre 2023
BANNER-2000x578-NataleOrvieto-1 3673
Sessanta appuntamenti coordinati dal Comune in collaborazione con oltre 30 enti e associazioni. Torna l’Albero di Luce nel Pozzo di San Patrizio, in Piazza Duomo un grande albero di Natale luminoso, i Palazzi Magici, i presepi del Quartiere Medievale, il mercatino in Piazza della Repubblica, il Villaggio di Babbo Natale a Ciconia. Festa per i 30 anni di Umbria Jazz Winter e per l’anniversario della riapertura del Mancinelli. E ancora musica, teatro, mostre e conferenze

 

(COMUNICAZIONE) ORVIETO – Luci, tradizioni, musica, spettacoli, mostre, conferenze, enogastronomia e i sorrisi dei bambini. Sono gli ingredienti della settima edizione di “A Natale regalati Orvieto”, il programma degli eventi natalizi promosso e coordinato dal Comune di Orvieto con il sostegno della Regione Umbria e della Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto, che accenderanno la città dal 24 novembre 2023 al 7 gennaio 2024.

Un mese e mezzo con sessanta appuntamenti frutto della condivisione e la collaborazione con oltre trenta tra enti e associazioni cittadine che contribuiranno ad animare la città durante le festività.

Le “gocce di luce” illumineranno il centro storico di Orvieto a partire da venerdì 24 novembre, giorno in cui si aprirà l’ormai tradizionale mercatino natalizio in Piazza della Repubblica che resterà aperto tutti i giorni, dalle 10 alle 19, fino al 7 gennaio 2024. Altri mercatini si affiancheranno nel corso delle settimane: dal 7 al 10 dicembre, sotto i Portici di Sant’Andrea, quello promosso dalla Croce Rossa di Orvieto, dall’8 al 10 dicembre quello degli artigiani in via della Costituente. A scandire la partenza delle feste, come negli ultimi tre anni, sarà il Black Friday, il primo atteso appuntamento per lo shopping natalizio che quest’anno durerà tre giorni con l’iniziativa organizzata da Confcommercio e Federalberghi in collaborazione con gli esercenti del centro storico e la Scuola comunale di musica “A.Casasole”Venerdì 24, dalle 18, per le vie del centro storico risuonerà la musica dei musicisti della scuola comunale che sarà riproposta, in chiave classica, anche nel pomeriggio di domenica 26 novembre mentre sabato 25, sempre dalle 18, gli artisti di strada si alterneranno alla musica dal vivo nelle piazze e nei locali. Un motivo in più per scegliere Orvieto per lo shopping natalizio ci sarà dall’8 al 24 dicembre quando, per iniziativa dell’amministrazione comunale, i parcheggi di superficie a strisce blu del centro saranno gratuiti dalle 16 alle 22.

Nel primo weekend del programma troverà spazio anche la festa per i 92 anni della Nuova Biblioteca pubblica “Luigi Fumi” di Orvieto – “Biblioteca, pubblica piazza” – con un ricco cartellone di appuntamenti che coinvolgeranno le associazioni che durante l’anno collaborano con la biblioteca. Spicca, tra gli altri, l’incontro del 25 novembre “Sound is storytelling” con Mark Ulano, premio Oscar per il miglior suono con “Titanic” e tre volte in nomination nella stessa categoria.

La festa si intreccerà anche con momenti di riflessione in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne che Orvieto celebrerà con l’installazione La violenza non è amore di Anna Izzo, a cura di Roberta Melasecca e con il patrocinio del Comune di Orvieto, che sarà inaugurata venerdì 25 novembre e rimarrà visibile in Piazza Febei fino al 3 marzo 2024. Nel pomeriggio, alle 17 presso l’auditorium “Gioacchino Messina” di Palazzo Coelli, è in programma invece l’iniziativa “Violenza alle donne: Insieme si può fermare!” a cura della Fidapa Bpw Italy di Orvieto.

Luci e tradizioni

Luci e simboli del Natale non mancheranno confermando gli appuntamenti della tradizione. L’8 dicembre, a partire dalle 18, si accenderanno l’Albero di Luce nel Pozzo di San Patrizio, diventato un appuntamento fisso del Natale sulla Rupe, il Grande Albero di Natale luminoso da oltre 14 metri in Piazza Duomo, che sostituirà la stella cometa all’ombra del Duomo, e i Palazzi Magici, le illuminazioni artistiche sul Palazzo del Popolo, il Palazzo comunale, la facciata della chiesa e la torre di Sant’Andrea a cui si aggiungeranno i tetti del quartiere medievale in un suggestivo spettacolo visibile da via Malabranca.

Il quartiere medievale si trasformerà come di consuetudine nel “quartiere dei presepi”. Dal 23 dicembre al 7 gennaio, al Pozzo della Cava, sarà allestita la 34esima edizione del “Presepe nel Pozzo”, il presepe sotterraneo con personaggi animati a grandezza naturale, quest’anno dal titolo “Il canto dell’eroe” in cui il narratore sarà Erode il Grande, lo spregiudicato sovrano passato alla storia come mandante della strage degli innocenti. All’Orto di San Giovenale sarà riproposto lo spettacolare “Presepe vivente” nelle giornate del 26 dicembre e del 1 e 6 gennaio. Un’edizione, questa, alla quale si aggiungerà anche una mostra dall’8 dicembre al 7 gennaio nei Sotterranei del Duomo – “O Mirabile Segno: con Francesco nel presepe” che vuole celebrare i 10 anni dell’associazione che organizza il presepe vivente orvietano ma anche l’ottavo centenario della prima rappresentazione del presepe di Greccio. Dal 23 dicembre al 7 gennaio varie località del centro storico, dei quartieri e delle frazioni ospiteranno circa 20 presepi del tradizionale Circuito promosso dal Comitato cittadino dei Quartieri di Orvieto.

Gli anniversari

Il Natale 2023 porta sotto l’albero due anniversari speciali per la città di Orvieto che, per gli amanti della cabala o della tombola, portano entrambi il numero 30. Esattamente il 7 dicembre di 30 anni fa riapriva al pubblico dopo un lungo restauro il Teatro Mancinelli. Il 7 dicembre, a partire dalle 16.30, si renderà omaggio a quella riapertura con una festa in cui si ripercorreranno “30 anni di Compagnia”, il claim che da il titolo anche alla stagione teatrale. In mattinata invece, alle 11 all’auditorium “Gioacchino Messina” di Palazzo Coelli si terrà la presentazione della 30esima edizione di Umbria Jazz Winter dal 28 dicembre al 1 gennaio – con la concomitante inaugurazione nelle sale espositive della Fondazione Cassa di Risparmio della mostra “Umbria Jazz Winter 1993-2023, la storia del festival attraverso i manifesti ufficiali”.

Tra gli anniversari ci sarà anche tempo per chiudere quello dedicato ai 500 anni dalla morte di Luca Signorelli con l’appuntamento organizzato dal Gal Trasimeno Orvietano in programma giovedì 14 dicembre, alle 17 a Palazzo del Popolo, “Rinascimento universale e le sue immagini divine”, la presentazione del docufilm realizzato su Signorelli e Perugino con la partecipazione del giornalista e conduttore tv Osvaldo Bevilacqua.

Teatro, musica e spettacoli

Il Teatro Mancinelli non sarà protagonista solo per le celebrazioni dei 30 anni dalla riapertura o per gli attesi concerti di Umbria Jazz Winter ma anche per gli spettacoli in cartellone. Il 24, 25e 26 novembre, alle 21, “Ella”, il musical della Compagnia Mastro Titta con la partecipazione di Ultimo Secondo Live Band e Cherries on a Swing Set, mercoledì 6 dicembre, alle 21, la prima nazionale de “L’anatra all’arancia” con Emilio Solfrizzi e Carlotta Natoli, inserita nella stagione teatrale come l’appuntamento di domenica 17 dicembre, alle 18, con “Il sogno di un uomo ridicolo” di Gabriele Lavia. Fuori abbonamento, invece, sabato 6 gennaio alle 21, il debutto stagionale di “Mettici la mano” con Antonio Milo, Adriano Falivene ed Elisabetta Mirra. È dedicato invece ai più piccoli un classico della tradizione natalizia, “Lo schiaccianoci”, in programma domenica 7 gennaio alle 17.30.

Sul palco del Mancinelli ci sarà spazio anche per la musica con il concerto di Santa Cecilia della Banda Filarmonica “Luigi Mancinelli “Il sipario e lo specchio Live” (domenica 3 dicembre alle 18) e il tradizionale concerto degli auguri della Scuola comunale di musica “A.Casasole” (sabato 23 dicembre alle 21). E poi ancora la musica con “Veni Emmanuel – Christmas Carol Service”, il concerto della corale polifonica della Cattedrale Vox et Jubilum (22 dicembre alle 21 in Duomo), la danza con “Illumina il Natale”, a cura della Uisp Medio Tevere Orvieto, e le performance di “RaccoltafFondi per rimanere a galla”, sabato 23 dicembre dalle 17 alle 20 in un posto ancora segreto che comunicheranno i ragazzi dell’associazione “Io ci sono per”.

Il Natale dei bambini

Non c’è festa per i bambini in questo periodo dell’anno senza Babbo Natale che, puntualmente come negli ultimi anni, costruirà il suo villaggio a Ciconia per accogliere le famiglie. L’appuntamento con “Il villaggio di Babbo Natale” organizzato dall’associazione Ciconia W è per sabato 16 dicembre, dalle 15 alle 20, e domenica 17 dicembre, dalle 10.30 alle 20, in Piazza degli Aceri. Sabato 9 dicembre, alle 16.30 nel Piazzale dell’Orologio a Orvieto scalo, saranno i bambini a comporre “L’albero dei desideri” a cura della Parrocchia di Orvieto scalo e dell’associazione Anteas. Sono pensate per i più piccoli e per le loro famiglie anche le visite guidate teatralizzate, a cura di Sistema Museo, al Teatro Mancinelli, “Tutti in scena!” (8 dicembre ore 16), e alla Torre del Moro “La Torre del Tempo” (16 dicembre alle 15). Per i più grandi in programma le visite guidate, sempre a cura di Sistema Museo, “Il Duomo e la sua piazza” (9, 16 e 23 dicembre alle 15). Sabato 6 gennaio, alle 18 in Piazza del Popolo, infine la tradizionale discesa dal Palazzo della Befana dei Vigili del fuoco

Imperdibile poi l’appuntamento con “Umbria Jazz 4 Kids” che dal 29 al 31 dicembre vedrà i piccoli musicisti della città cimentarsi nella rassegna a loro riservata all’interno di Umbria Jazz Winter. Famiglie, turisti e non solo, potranno scoprire la città anche con Orvieto Christmas Tour, il bus elettrico che attraversa il centro storico e tocca i principali punti di interesse e che quest’anno propone anche una speciale audioguida per bambini. Il servizio sarà attivo dal 3 al 10 dicembre, dal 15 al 17 e dal 22 dicembre al 7 gennaio dalle 10 alle 18.30.

Il Natale con gusto

Il Natale a Orvieto sarà anche l’occasione per scoprire la città attraverso le sue eccellenze enogastronomiche e la contaminazione con l’estro di importanti chef stellati. In questo periodo sono tre gli appuntamenti del progetto “Le stelle di Orvieto” in programma alle 21 in altrettanti ristoranti : martedì 28 novembre, al Ristorante Charlie, la degustazione gratuita con lo chef Gianfranco Pascucci del ristorante “Al Porticciolo” di Fiumicino, 1 Stella Michelin, martedì 5 dicembre, al Ristorante Pellegrini, con lo chef Ciro Scamardella del ristorante “Pipero” di Roma, 1 Stella Michelin, mercoledì 20 dicembre al TodoLoco, con lo chef Davide Puleio, 1 Stella Michelin. Per tutti gli appuntamenti è necessaria la prenotazione contattando direttamente i ristoranti.  Nell’ambito dello stesso progetto è prevista anche una degustazione gratuita dei prodotti dei produttori che aderiscono al partenariato che si terrà nei giorni di Umbria Jazz Winter 30.

Turisti e visitatori che arriveranno a Orvieto in questi giorni troveranno anche la nuova app Orvieto Experience che propone itinerari esperienziali attraverso degustazioni di olio e vino in frantoi e cantine e workshop di ceramica nei laboratori artigianali. L’app, disponibile per ioS e Android, sarà scaricabile anche inquadrando il qrcode che si trova sul programma di “A Natale regalati Orvieto” che sarà in distribuzione nella città a partire dalla prossima settimana.

Le conferenze

Nutrito anche il cartellone di incontri e conferenze. Torna “Il Libro Parlante” promosso dall’associazione Cantiere Orvieto con un appuntamento già fissato per mercoledì 20 dicembre, alle 17.30 nell’Atrio del Palazzo dei Sette, con la presentazione de “La Palla” di Melissa Panariello, meglio conosciuta in passato come Melissa P., autrice di “100 colpi di spazzola”. In via di definizione altri due incontri.  Venerdì 1 dicembre, alle 17.30 al Museo Archeologico Nazionale, la conferenza a cura dell’Isao con Guido Barlozzetti, “Io e l’algoritmo. Sull’artificialità dell’intelligenza”, lunedì 4 dicembre, alle 17 nella Sala Urbani del Palazzo dell’Opera del Duomo, l’incontro promosso da Unitre Orvieto con don Danilo Innocenzi, “L’infanzia di Gesù”, venerdì 15 e sabato 16 dicembre torna al Palazzo del Popolo il convegno di Etruscologia organizzato dalla Fondazione “Faina”, “Etruria e Magna Grecia”. Il 15 dicembre, alle 18 a Palazzo Coelli, “Due testi sull’Umbria, a 100 anni di distanza” con Renato Covino che presenta Umbrie di Mino Lorusso (2023) e Umbria Verde di Carlo Faina (1925), sabato 16 nella Sala consiliare del Comune di Orvieto, “La famiglia Tolstoj: una diaspora che arriva fino a Orvieto” a cura dell’Unitre di Orvieto. Infine venerdì 5 gennaio alle 17 ancora al Museo Archeologico Nazionale, “Luoghi da scoprire in terra d’Etruria: una passeggiata a Viterbo”, conferenza a cura di Emanuela Musotto, archeologa, e di Giorgio Rocca della Direzione regionale musei dell’Umbria.

Le mostre

Per quanto riguarda le mostre, detto di quella per i 10 anni del Presepe Vivente, dall’8 dicembre ’23 all’8 gennaio ’24 al Museo etrusco “Claudio Faina” si terrà “Gustosi dettagli”, mostra fotografica a cura dell’associazione “Pierluigi Leoni”. Dal 20 dicembre all’8 gennaio il Museo “Faina” ospiterà anche la mostra “Uguali”, a cura della coop Il Quadrifoglio in collaborazione con i ragazzi dei Centri diurni per persone con disabilità. Venerdì 22 dicembre, alle 17 al Museo Archeologico Nazionale, si aprirà “Un amore dal grigio al colore”, la mostra fotografica testimonianza di vita vissuta di Claudia Maggiurana, a cura dell’Associazione Vivo a Colori, che resterà aperta al pubblico fino al 7 gennaio.

Il programma completo e la comunicazione

“A Natale regalati Orvieto” sarà accompagnato da una campagna di comunicazione, ideata dal Comune di Orvieto e sostenuta dal Gal Trasimeno Orvietano, che porterà le immagini della città a Torino e Milano. Il programma completo e aggiornato in tempo reale è disponibile sul sito di promozione turistica www.liveorvieto.com al link  https://liveorvieto.com/blog/2021/10/26/a-natale-regalati-orvieto/

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento
20/11/2023