Data: 28/08/2017

“TRI" LAUTARI / ALFIO ANTICO / RITA BOTTO aprono l'11^ edizione di Umbria Folk Festival

Mercoledì 30 agosto alle ore 21 in Piazza del Popolo

 
COMUNICATO STAMPA n. 653/17 G.M. del 28.08.17 
Al via ad Orvieto l’11 edizione di Umbria Folk Festival.  Mercoledì 30 agosto alle ore 21 in Piazza del Popolo “TRI" LAUTARI / ALFIO ANTICO / RITA BOTTO
• Apre la serata La Compagnia de La Panatella gruppo folk made in Orvieto 
(ON/AF) – ORVIETO – Tutto pronto per l’apertura della 11^ edizione di UMBRIA FOLK FESTIVAL la manifestazione di musica, cultura e gastronomia, che si terrà ad Orvieto, dal 30 agosto al 3 settembre nella storica e centrale Piazza del Popolo. 
La serata iniziale, Mercoledì 30 agosto alle ore 21, è nel segno di  TRI con tre emblemi della musica di Trinacria con il suono potente dei tamburi di ALFIO ANTICO, la voce affascinante e sensuale di RITA BOTTO, i ritmi grintosi dei LAUTARI con la loro “sicilitudine”. 
Un progetto che vede interagire i musicisti in un unico spettacolo molto vario per un viaggio nel patrimonio culturale della Sicilia con un progetto che vede sul palco tre artisti storici: il quintetto dei Lautari, gruppo catanese da sempre impegnato nella riproposizione degli stilemi popolari tradizionali attraverso un lavoro di ricerca che dura da 30 anni e sempre in continua evoluzione. Partendo dalle radici della musica popolare tradizionale, negli anni i Lautari hanno elaborato uno stile sempre attuale e unico, caratterizzato da una grande varietà sonora mediterranea (fiati, contrabbasso, percussioni, mandolini, bouzuki, marranzano). Il gruppo sarà stabile in scena, tessendo dal vivo il “tappeto” sonoro inconfondibile che li contraddistingue; e ancora il tamburo a cornice di Alfio Antico e la voce solare e mediterranea di Rita Botto, voce regina, nostalgica siciliana e raffinata che in questo spettacolo corona una storia di amicizia musicale con i Lautari e con Alfio Antico. Ogni artista proporrà un repertorio di brani inediti e rielaborazioni di brani popolari, creando un percorso sonoro condiviso. 
Alle ore ore 21 la serata si aprirà con Triscebbusso del gruppo folk La Compagnia de La Panatella made in Orvieto, formazione nata dalla passione e dalla cultura dell’Etruria rurale, dalla riscoperta delle tradizioni che vivono sulle colline umbre dell’Orvietano e si mescolano con il folklore laziale e toscano. Una contaminazione produttiva, verace, sanguigna. Una mescolanza di esperienze sbocciate grazie alla collaborazione tra la Scuola Comunale di Musica di Orvieto “Adriano Casasole”, la Filarmonica “Luigi Mancinelli” Banda Città di Orvieto, la Compagnia teatrale del Cantico e le storiche presenze musicali dell’Altopiano dell’Alfina. 
Quello de La Compagnia de la Panatella è uno spettacolo vivace, allegro, dove gli strumenti musicali riecheggiano il canto, gli stornelli, il racconto delle storie di un tempo. Ad amalgamare il sound del gruppo c’è la ritmica travolgente del saltarello, capace di sollecitare e coinvolgere chi lo ascolta. TRISCEBBUSSO è uno spettacolo che esalta il dialetto dell’Etruria in un testo raccontato e recitato con freschezza; filo conduttore di un percorso nelle tradizioni del primo novecento, quando la quotidianità era scandita dalle stagioni e dall’agricoltura, dalla mietitura, dalla vendemmia, dai lavori manuali, dalle serate a veglia… La voce dei canti s’impone in un percorso sonoro che del folklore prende la genuinità, le rime, gli stornelli più intriganti e divertenti. 
La serata è ad INGRESSO LIBERO. 
Per informazioni  www.umbriafolkfestival.it