Data: 27/09/2016

Parere IFEL su operazione riduzione disavanzo effettuata dal Comune

L'Istituto per la Finanza Locale dell'ANCI definisce corretta l'applicazione del Decreto legge 78/2015 al rendiconto del bilancio 2015

 
COMUNICATO STAMPA n. 753/16 G.M. del 27.09.16 
L’IFEL / Fondazione ANCI reputa corretta l’operazione di riduzione del disavanzo attuata dal Comune di Orvieto in sede di rendiconto
• L’Amministrazione Comunale esprime soddisfazione
(ON/AF) – ORVIETO – L’IFEL – Fondazione ANCI – (Istituto per la Finanza Enti Locali) in data 20 settembre 2016 ha rilasciato ufficialmente la risposta al Parere richiesto dal Comune di Orvieto circa la corretta applicazione dell’art. 2, comma 6  Decreto legge 78/2015 al proprio Rendiconto di bilancio 2015. (Emendamento GERMANI).
L’IFEL, dopo aver esaminato il “caso Orvieto”, ritiene che: “ … dato che le previsioni di cui al Decreto legge 78/2015 hanno portata generale e non escludono gli enti in condizioni di riequilibrio finanziario pluriennale ex art. 243-bis del TUEL, si ritiene che il Comune di Orvieto abbia agito correttamente portando a riduzione del disavanzo quanto accantonato nel risultato di amministrazione a titolo di anticipazione di liquidità ai fini dell'accantonamento a FCDE  (3.926.937,37 euro, nel limite di quanto accantonato a FCDE al 31 dicembre 2015)”.
Il Sindaco e la Giunta Comunale esprimono “piena soddisfazione per l’autorevole Parere emesso in apprezzamento e a conferma della legittimità dell’operato svolto da questa Amministrazione in materia di bilancio e di risanamento finanziario dell’Ente.
Il Parere, peraltro, supporta analogo operato svolto da altri Comuni d’Italia come Torino, Caserta, Castellaneta, ecc... che, in applicazione della suddetta norma, avevano utilizzato  le medesime misure contabili già adottate dal Comune di Orvieto.
L’applicazione della stessa norma di legge costituisce un fondamentale cardine della Proposta di rimodulazione del piano di riequilibrio finanziario approvata dal Consiglio Comunale e respinta dalla Corte dei Conti dell’Umbria la cui Deliberazione è in corso di impugnativa da parte del Comune di Orvieto”.