Data: 30/01/2017

Nuova convenzione con la Provincia di Terni per centrale unica di committenza

Approvata dal Consiglio Comunale

 
COMUNICATO STAMPA n. 068/17 C.C. del 30.01.17 
Il Consiglio approva il “Nuovo Schema di Convenzione per le funzioni di Stazione Appaltante e Centrale Unica di Committenza per l’affidamento dei lavori, servizi e forniture a favore dei Comuni” con la Provincia di Terni  
(ON/AF) – ORVIETO – Il Consiglio Comunale ha approvato all’unanimità il “nuovo schema di convenzione per le funzioni di stazione appaltante e centrale unica di committenza per l’affidamento dei lavori, servizi e forniture a favore dei comuni” approvato dalla Provincia di Terni con deliberazione di Consiglio Provinciale n. 31 del 20 ottobre 2016; convenzione che, rispetto alle percentuali fissate dalla precedente convenzione del 15 marzo 2016, prevede percentuali più basse da applicare agli importi a base di gara per calcolare il quantum da corrispondere alla Provincia a titolo di rimborso spese per l’attività da questa espletata. 
La nuova convenzione scadrà il 31 dicembre 2018 e ad ogni scadenza sarà rinnovata tacitamente per la durata di anni 2.  
L’atto è stato illustrato dal Sindaco, Giuseppe Germani il quale ha ricordato il divieto per i Comuni non capoluogo di Provincia di gestire autonomamente procedure di gara di importo superiore a 40.000,00 euro e che con il nuovo Codice degli appalti si è reso necessario rivedere integralmente la convenzione che regola lo svolgimento da parte della Provincia delle funzioni di centrale di committenza per conto dei Comuni del territorio.
La convenzione si applica alle procedure di acquisizione di lavori, servizi e beni disciplinate dal D.lgs n. 50/2016 o comunque da esso ricondotte alla gestione in base ai principi dell’ordinamento comunitario.  Il Comune aderente può svolgere autonomamente le procedure di acquisizione di lavori, servizi e forniture per i quali la normativa non obbliga all’utilizzo della centrale di committenza.  
Le attività e servizi della Centrale Unica di Committenza in capo alla Provincia attengono  l’affidamento di appalti relativi a lavori, forniture e servizi su richiesta del Comune, la collaborazione alla corretta individuazione dei contenuti dello schema di contratto, tenendo conto che lo stesso deve garantire la piena rispondenza alle effettive esigenze dell’Ente interessato con il quale concorda la procedura di gara per la scelta del concorrente, collaborando alla redazione dei capitolati e della documentazione progettuale. Inoltre, concorda la definizione del criterio di aggiudicazione e, in caso di criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, i criteri di valutazione delle offerte e le loro specificazioni; procede anche all’effettuazione delle procedure per l’affidamento degli appalti. 
Restano di competenza e costituiscono responsabilità del Comune la nomina del R.U.P. (Responsabile Unico del procedimento) e l’attività ad esso connessa; le attività di individuazione e finanziamento delle opere servizi e forniture da realizzare; la redazione, validazione ed approvazione dei progetti e della documentazione connessa; l’adozione della determinazione a contrarre; l’acquisizione del CIG; l’individuazione delle ditte da invitare in caso di procedura negoziata; il pagamento delle spese relativa alle pubblicazioni dei bandi; il pagamento delle spese relative ai componenti esterni delle commissioni per l’aggiudicazione di appalti con criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa; l’aggiudicazione definitiva dell’appalto e la stipula del relativo contratto; l’affidamento della direzione lavori; la gestione tecnico amministrativa dell’appalto; tutti gli adempimenti connessi alla corretta esecuzione dei lavori ed ai pagamenti sulla base degli stati di avanzamento lavori; il collaudo statico e tecnico-amministrativo dell’appalto.