Data: 05/08/2019

"Notte bianca al Fanum Voltumnae". In località Campo della Fiera

Il 10 e 11 agosto alle ore 21:00

COMUNICATO STAMPA n. 564/19 G.M. del 05.08.18
“Notte bianca al Fanum Voltumnae” presso gli scavi archeologici di Campo della Fiera in occasione della XX campagna di scavo
• Nelle serate di Sabato 10 e Domenica 11 Agosto alle ore 21:00 
(ON/AF) – ORVIETO – Lo scorso 8 luglio in località Campo della Fiera di Orvieto sono riprese le ricerche archeologiche condotte su concessione ministeriale dall’Associazione “Campo della Fiera – Onlus” e dirette dalla Prof.ssa Simonetta Stopponi
I lavori della 20^ campagna di scavo sono resi possibili grazie al sostegno finanziario della Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto. Anche altre Istituzioni ed Enti collaborano all’impresa: il Comune di Orvieto, la Protezione Civile, l’Opera del Duomo, che ha concesso per venti anni al Comune i terreni di sua proprietà, la Società Vetrya
I risultati finora ottenuti sono di grandissimo interesse e documentano l’importanza storica di un luogo che dal sesto secolo a.C. fu sede del santuario federale etrusco, chiamato dagli Etruschi “Il luogo celeste” e dai Romani Fanum Voltumnae. Il sito venne ristrutturato in età romana e continuò a vivere in epoca cristiana e medievale, fino al XV secolo. Agli scavi partecipano studenti universitari dagli Stati Uniti, Francia, Spagna e da molti Atenei italiani.
Negli anni scorsi i lavori hanno messo in luce edifici sacri etruschi, depositi votivi con frammenti di statue, ceramiche greche offerte al santuario, due complessi termali, mosaici romani e tombe cristiane. Nell’area circostante il grande tempio etrusco ubicato alla quota più alta dell’area, sono emerse le strutture di un portico e di fontane. Sono stati inoltre scoperti i resti del convento e della chiesa di San Pietro in vetere, l’unica esistente presso il Ponte del Sole dove avvenne l’incontro tra il Papa e il Corporale portato da Bolsena. Il convento e la chiesa vennero costruiti sopra una grande e lussuosa dimora romana, sede degli incontri ufficiali che annualmente avevano luogo presso il santuario. 
Grande è stato il successo ottenuto dalla Mostra Le lieu céleste. Les Etrusques et leurs dieux. Le sanctuaire fédéral d’Orvieto tenutasi nel 2018 presso il Musée national d’histoire et d’art di Lussemburgo, con l’esposizione di circa 1200 oggetti  provenienti  dallo scavo, iniziativa ha ricevuto l’Alto Patronato del Presidente della Repubbica Italiana e di S.A.R. il Granduca di Lussemburgo. Una delle capitali d’Europa ha potuto così conoscere la storia di una capitale dell’Etruria.
Quest’anno si celebra la VENTESIMA campagna di scavi, come ricorda il titolo Eventi, che è stato dato all’edizione 2019 di “Sotto il cielo degli Etruschi. Notte bianca al Fanum Voltumnae”, “evento” che ha sempre riscosso grande entusiasmo e partecipazione. 
L’iniziativa, che ha ricevuto il consenso della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria, è articolata in due serate: la prima si svolgerà sabato 10 agosto a partire dalle ore 21. Sono previste tre visite guidate di 60 minuti circa, ciascuna con circa 80 visitatori, intervallate da spettacoli dei Mercenari d’Oriente. 
La seconda serata, dal titolo Il luogo celeste in musica, avrà luogo domenica 11 agosto alle ore 21, con un concerto eseguito da Vieri Venturi (piano e voce), Chiara Dragoni (flauti e voce), Marco Giacomini (chitarre).
Gli appuntamenti, sempre molto apprezzati dal pubblico di ogni età, godono del patrocinio di: Comune di Orvieto, Parco Archeologico Ambientale Orvietano, Protezione Civile e sponsor privati. 
Per partecipare alla manifestazione è obbligatoria la prenotazione telefonando al numero 333-5063450 (Stefania).
L’orario di visita va rigorosamente rispettato.
Si ricorda che l’adesione “volontaria” all’evento solleva gli organizzatori da ogni responsabilità. 
Il servizio d’ordine sarà coordinato dal personale della Protezione Civile.  
Al fine di ricevere donazioni, preziose per la valorizzazione dell’area archeologica, è stata creata l’Associazione Campo della Fiera – Onlus. Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito www.campodellafiera.it