Data: 29/07/2017

Interrogazione in merito ai lavori sulla Direttissima e la deviazione dei treni sulla linea "lenta" della Ferrovia

Se ne è parlato in Consiglio Comunale

 
COMUNICATO STAMPA n. 609/17 C.C. del 29.07.17 
Interrogazione su Ferrovie: lavori in Direttissima Roma-Firenze in interconnessione pari “Orte Sud”.  Treni deviati in Linea Lenta
(ON/AF) – ORVIETO - Il Consiglio Comunale ha trattato la questione dei lavori sulla Direttissima Roma-Firenze si prossima realizzazione sulla scorta dell’interrogazione presentata dal Cons. Andrea Sacripanti (Gruppo Misto) che ha chiesto al Sindaco di “intervenire tempestivamente presso la Regione Umbria e Trenitalia per istituire, nel periodo che va dal 29 luglio al 3 settembre 2017, ulteriori treni, oltre a quelli delle 12,40 e 16,39 da Roma Tiburtina e delle 19,04 da Termini, che percorrano la tratta Roma Orvieto direttamente senza transitare per la Stazione di Orte, per accorciare i tempi ed evitare un autentico ‘agosto di passione’ per lavoratori e turisti”. 
L’interrogante ha fatto presente che “dal 29 luglio al 3 settembre 2017, per un totale di 37 giorni, saranno effettuati i lavori per il rifacimento dell’arco rovescio della galleria della interconnessione ‘Orte Sud’ della linea Direttissima costringendo i convogli pari diretti da Roma verso Orvieto a transitare sulla Linea lenta nel tratto Roma-Orte (fonte Trenitalia).
L’esecuzione delle opere determinerà necessariamente la deviazione dei treni, che obbligatoriamente transitano e/o fermano nella stazione di Orte, sulla linea storica (lenta) Roma/Firenze, determinando grossi disagi agli utenti con allungamenti significativi dei tempi di percorrenza. Dal prospetto, consultabile sul sito di Trenitalia, nel periodo in questione, infatti, non solo vengono soppressi alcuni treni, ma quelli garantiti percorreranno la tratta Roma-Orvieto con un allungamento dei tempi impressionante di circa 2 ore. Questo comporterà insostenibili disagi per i pendolari lavoratori - e ad agosto ce ne sono molti - e rischia di pregiudicare pesantemente i flussi turistici provenienti dalla Capitale in un periodo dell’anno in cui Orvieto è consuetudinariamente visitata dai turisti provenienti da Roma”. 
“Ringrazio il Sindaco che mi ha accompagnato dall’Assessore Chianella, il quale sempre con il Sindaco, lunedì 31 luglio andrà a Roma per chiedere il ripristino del Treno 1816 – ha concluso - ma l’operazione è in vigore dal 29 luglio. Quindi dopo due mesi dalla presentazione dell’interrogazione nulla si è mosso. Prendiamo atto ancora una volta che la Regione ci ignora”.

Il Sindaco, Giuseppe Germani ha risposto: “sappiamo che si tratta di lavori concentrati nel mese di agosto, proprio perché in quel periodo di ferie c’è meno pendolarismo. Come Comune abbiamo cercato di creare le condizioni per un confronto. Due o tre soluzioni sono andate a buon fine, mancava quella da lei indicata del Treno 1816. Vediamo di trovare una soluzione per questo treno che è uno dei più frequentati. Potrebbe essere utile allo scopo contrattare con Trenitalia, per questo mese, anche un bus sostitutivo BusItalia che appartiene a Trenitalia. Lunedì verificheremo se si riesce a trovare una soluzione al problema”.
Il Cons. Andrea Sacripanti si è dichiarato: “non soddisfatto. Il bus potrebbe essere una soluzione ma metterlo quando l’operazione inizia è un po’ ridicolo. Dò atto al Sindaco di essersi attivato, ma l’Assessore Chianella ci ha ricevuti con ritardo ed ora tenta una soluzione estrema. Ribadisco che la Regione non ci ascolta”.