Data: 01/06/2020

Il 5 x 1000 al tuo Comune: al via la campagna “La solidarietà è un obiettivo Comune”

Il Comune utilizzerà i fondi derivanti dal 5 per mille proseguendo e ampliando i servizi già in essere, ovvero finanziando attività socio-assistenziali per anziani e Minori, Soggetti con handicap, Famiglie in difficoltà, Donne sole, Donne vittime di violenza

COMUNICATO STAMPA (di pubblica utilità) n. 385/20 G.M. del 01.06.20 
Il 5 x 1000 al tuo Comune: al via la campagna “La solidarietà è un obiettivo Comune” 
• Firmando per il proprio Comune i fondi rimangono a disposizione della comunità e finanzieranno servizi socio-assistenziali, interventi a favore di anziani, minori, soggetti con handicap, famiglie in difficoltà
(ON/AF) – ORVIETO – Parte oggi, la campagna di informazione del Comune di Orvieto “La solidarietà è un obiettivo Comune” per indirizzare il 5 per mille a favore dei servizi sociali del proprio Comune.  
Come è noto, in sede di compilazione delle denunce dei redditi (modello Unico, CUD, o Modello 730), tutti i contribuenti possono scegliere di destinare il 5 per mille dell’IRPEF al proprio comune di residenza, che utilizzerà queste risorse per lo svolgimento di attività sociali. 
Questa scelta non si sostituisce a quella della destinazione dell’8 per mille dell’Irpef allo Stato o alla Chiesa Cattolica o alle altre confessioni religiose; è semplicemente aggiuntiva e serve ad aiutare il Comune ad essere più vicino ai suoi cittadini. 
Se si sceglie di destinare il 5 per mille dell’IRPEF al proprio Comune, questo avrà più risorse a disposizione e potrà svolgere le sue funzioni in modo migliore, in particolare avrà maggiori possibilità di intervenire con servizi e progetti in favore di categorie fragili quali anziani, portatori di handicap, minori e famiglie in difficoltà. E’ previsto, in allegato a tutti i modelli per la dichiarazione dei redditi, un apposito modulo.
Per scegliere il proprio Comune di residenza quale destinatario del 5 per mille è sufficiente firmare nel riquadro che riporta la scritta “Sostegno alle Attività sociali svolte dal Comune di residenza del contribuente”.
Sostenendo la spesa sociale del proprio Comune si sostengono quegli interventi di protezione sociale adottati dall’Amministrazione Comunale al fine di tutelare tutte le situazioni di disagio. 
 
Il Comune utilizzerà i fondi derivanti dal 5 per mille proseguendo e ampliando i servizi già in essere, ovvero finanziando attività socio-assistenziali per anziani e Minori, Soggetti con handicap, Famiglie in difficoltà, Donne sole, Donne vittime di violenza.
Questi sono solo una parte degli interventi e delle prestazioni sociali e socio-assistenziali che il Comune eroga attraverso i Servizi Sociali della Zona Sociale n. 12 di cui Orvieto è Comune capofila.
Il Codice Fiscale del Comune di Orvieto è 81001510551 -
“Oggi, più che nel passato, la scelta di destinare il 5 per mille alle attività sociali del nostro Comune – afferma il Sindaco, Roberta Tardaniè una scelta importante di corresponsabilità nell’erogazione di servizi essenziali e irrinunciabili. E’ una scelta di civiltà e di concreta vicinanza ai bisogni dei nostri concittadini. Purtroppo, gli effetti dell’emergenza sanitaria che abbiamo e stiamo attraversato, saranno presenti ancora a lungo nel tessuto sociale della nostra realtà, quindi scegliere oggi di destinare il 5 per mille alle attività sociali del Comune di Orvieto, significa concorrere a mettere in sicurezza, anche per futuro, attività e servizi fondamentali”.

“Sono almeno tre i motivi per decidere di destinare il 5 per mille alle attività sociali del Comune di Orvieto - sottolinea l’Assessore al Bilancio, Piergiorgio Pizzo1) perché il Comune avrà più risorse per la spesa sociale, 2) perché aiuterà i concittadini in difficoltà, 3) perché i soldi del 5x1000 resteranno a Orvieto anziché andare allo Stato e quindi finire nel fondo generale di riparto per gli Enti Locali”. 
“Abbiamo già anticipato questa iniziativa con le parti sociali in sede di condivisione del Bilancio – conclude - invitando le organizzazioni sindacali a partecipare attraverso un’azione di sensibilizzazione verso i propri CAF, ci siamo inoltre attivati nei confronti dell’Ordine dei Commercialisti. Desidero anche ringraziare il consigliere comunale, Stefano Olimpieri che sta sostenendo fortemente questa iniziativa dell’Amministrazione Comunale”.