Data: 27/10/2017

Da novembre inizia programma di interventi del progetto "Percorso Nascita del territorio di Orvieto"

Campagna informativa e misure di sostegno in favore di giovani madri di bambini da 0 a 3 anni che versano in condizioni di fragilità socio economica

 
COMUNICATO STAMPA n. 813/17 G.M. del 27.10.17 
Al via il progetto “PERCORSO NASCITA NEL TERRITORIO DI ORVIETO” con l’obiettivo di rafforzare la rete e i servizi in favore della natalità  
(ON/AF) – ORVIETO – A partire dal mese di novembre, Prende il via il progetto “PERCORSO NASCITA NEL TERRITORIO DI ORVIETO” - programma di interventi nell’ambito del Fondo Nazionale per le Politiche della Famiglia – anno 2016 – in attuazione del Decreto del Ministero per gli affari regionali e le autonomie con delega in materia di politiche per la famiglia (del 17 giugno 2016).
L’obiettivo generale del progetto è quello di rafforzare la rete di interventi e servizi nel territorio della Zona Sociale n. 12 dell’Orvietano a favore della natalità. 
Nello specifico tale intervento si propone di realizzare da un lato misure di sostegno in favore di giovani madri di bambini da 0 a 3 anni che versano in condizioni di fragilità socio economica, dall’altro di predisporre una campagna informativa sugli strumenti e le risorse presenti nel territorio a supporto dei neo e futuri genitori accompagnando le famiglie durante i tre momenti del “percorso nascita”: gravidanza, parto e post – parto. 
Saranno due le azioni previste: 
- l’erogazione di un bonus economico UNA TANTUM destinato all’acquisto di beni per la prima infanzia e riservato a donne sole con bambini compresi nella fascia di età 0/3 anni in base alle soglie ISEE definite dai regolamenti comunali;
- azioni di sostegno per donne sole o giovani coppie in attesa di un figlio che intendono intraprendere il percorso verso la genitorialità.
Nello specifico, verrà realizzato un opuscolo informativo denominato “Percorso nascita” che racchiuderà l’insieme delle azioni proposte dai servizi Asl e dei Comuni a sostegno della coppia genitoriale durante il periodo della gravidanza, del parto e per tutto il 1° anno di vita del bambino. L’opuscolo sarà realizzato in 4 lingue (italiano, inglese, russo e spagnolo) e sarà presentato alla cittadinanza con un iniziativa pubblica a cui parteciperanno i rappresentanti dei servizi coinvolti.