Data: 29/01/2018

Convegno di studio su "Nuove prospettive in Neonatologia e Pediatria"

Ad Orvieto, Palazzo del Capitano del Popolo, il 2 e 3 febbraio prossimo

 
COMUNICATO STAMPA n. 056/18 G.M. del 29.01.18 
“Nuove prospettive in Neonatologia e Pediatria”. Ad Orvieto, convegno a cura della AULS Umbria2 nei giorni 2 e 3 febbraio 2018 al Palazzo del Capitano del Popolo     
(ON/AF) – ORVIETO – Per iniziativa della Azienda Sanitaria Locali Umbria 2 / Unità  Operativa  Complessa  di  Pediatria  e  Neonatologia  dell’Ospedale  “Santa  Maria della Stella” di Orvieto e con i patrocini della Società Italiana di Neonatologia (SIN), della Società Italiana di Pediatria (SIP) e del Comune, nelle giornate di venerdì 2 e sabato 3 febbraio 2018 al Palazzo del Capitano del Popolo di Orvieto si terrà il convegno sul tema “Nuove Prospettive in Neonatologia e Pediatria”.

Nel corso del convegno, avente grande valenza culturale, scientifica e sociale, saranno affrontate le tematiche relative all’ambito della Medicina Pediatrica quali: l’Infettivologia neonatale e delle vaccinazioni, rianimazione e assistenza in sala secondo  le  nuove  Linee Guida indicate dal Gruppo di studio di Rianimazione neonatale della Società Italiana di Neonatologia, argomento che verrà trattato dal  Dott. Trevisanuto, Direttore della Terapia intensiva neonatale dell’Università di Padova e autorevole esponente del gruppo di studio internazionale deputato alla stesura delle Linee Guida di Rianimazione Neonatale.
Un  ampio  spazio  sarà  dedicato anche allo screening metabolico in epoca neonatale ed alla Cardiologia Pediatrica, con particolare riferimento alla diagnostica prenatale.
Altro tema affrontato è quello dell’allattamento che consente l’integrazione dei due ambiti in cui si articola l’assistenza al neonato: l’ospedale e il territorio, rappresentato dal Pediatra di famiglia e dalle figure professionali impiegate nelle Strutture a tutela della salute del bambino.
Il convegno-studio, rivolto ad un’ampia platea di operatori: Ginecologi, Neonatologi, Pediatri, Anestesisti, Infermieri, Ostetriche e Puericultrici, è improntato al modello di formazione in cui l’approccio deduttivo ai contenuti dell’aggiornamento, rappresentato da letture magistrali, lezioni frontali e dibattiti, utilizzato per la parte propedeutico-teorica del corso, viene integrato con le metodiche di Problem Solving come la discussione in plenaria, e di Problem Based Learning, basato sull’aspetto collaborativo e relazionale. 
Lo scopo dell’evento è quello di perseguire il perfezionamento della preparazione professionale e culturale di queste figure professionali, che è una delle condizioni più importanti ai fini del miglioramento della prognosi in epoca pediatrica e neonatale.  
L’assistenza al neonato dopo la dimissione dal reparto di degenza presso l’Ospedale, fanno sapere i promotori del convegno, prosegue con gli Operatori del territorio in stretto contatto con il presidio ospedaliero che resta il punto di riferimento essenziale per la multidisciplinarietà delle varie competenze.
L’attuale tendenza alla riduzione della degenza ospedaliera ha accresciuto l’importanza della successiva presa in carico del neonato da parte del territorio le cui figure devono possedere necessariamente un’adeguata preparazione sia nell’assistenza neonatale, che nei programmi di follow-up. 
Nella prima giornata un ampio spazio verrà dedicato ai giovani ricercatori ai quali sarà data la possibilità di relazionare sugli argomenti che rappresentano l’oggetto dei loro studi. La Commissione Scientifica valuterà i lavori presentati e ne premierà i migliori