Data: 30/12/2016

Attività di volontariato nell'ambito di progetti di inserimento sociale per i migranti

Dal 2 gennaio 2017 prende avvio il progetto di collaborazione di 10 volontari migranti impegnati in attività di pubblica utilità nel Comune di Orvieto

 
COMUNICATO STAMPA n. 1016/16 G.M. del 30.12.16 
Al via le attività di volontariato nell’ambito dei progetti di inserimento sociale per i migranti del Comune di Orvieto
• A seguito dell’accordo tra Comune di Orvieto / Servizi Sociali e Ufficio Lavori Tecnici ed il Centro di Accoglienza “Villanova Don Bosco”,  lunedì 2 gennaio 2017 prenderà avvio il progetto che vede la collaborazione di 10 volontari migranti impegnati in attività di pubblica utilità nel Comune di Orvieto
(ON/AF) – ORVIETO – A seguito dell’accordo tra Comune di Orvieto / Settore Servizi Sociali ed Ufficio Lavori Tecnici ed il Centro di Accoglienza Villanova Don Bosco, lunedì 2 gennaio 2017 prenderà avvio il progetto che vede la collaborazione di 10 volontari migranti impegnati in attività di pubblica utilità nel Comune di Orvieto.  Progetto che,  che attraverso attività di volontariato svolta in ambiti di utilità sociale e di pubblico interesse, arricchisce la conoscenza del territorio e migliora l’integrazione nella comunità dei migranti. 
A partire dal 2 gennaio prossimo, 10 ragazzi ospiti della comunità di “Villanova Don Bosco”, collaboreranno, a titolo di volontariato, con l’Amministrazione Comunale nello svolgimento di attività di manutenzione ordinaria presso il Civico Cimitero. I migranti saranno impegnati per 4 ore giornaliere su 3 giorni settimanali. 
La loro attività si svolgerà sotto la supervisione di tutor del Comune, che svolgerà le azioni di affiancamento e monitoraggio. Il Comune di Orvieto che ha sottoscritto la convenzione per l’accoglienza dei migranti con la Prefettura di Terni, garantirà la disponibilità di propri collaboratori per lo svolgimento delle attività di mediazione linguistico-culturale con i migranti, nonché lo svolgimento delle attività proposte nel progetto. 
Spetta al Comune, inoltre,  di attivarsi con tutti i soggetti istituzionali e non, coinvolti nel progetto, promuovendo la reciproca collaborazione; di mettere a disposizione dei volontari le attrezzature e quant’altro necessario nel rispetto della normativa vigente in materia di tutela della salute e della sicurezza dei luoghi di lavoro; attivare la copertura assicurativa dei volontari ed assicurare il monitoraggio complessivo della realizzazione delle attività progettuali. 
“Solo attraverso lo sviluppo di adeguati processi di integrazione – afferma la Vice Sindaco ed Assessore alle Politiche Sociali, Cristina Croce - è possibile favorire la crescita della coesione sociale e migliorare la convivenza. La manutenzione ordinaria del Cimitero Civico è solo un primo intervento di un progetto più ampio di attività di pubblica utilità rivolte al decoro urbano e all’ambiente che vedranno la collaborazione della struttura comunale, soggetti del Terzo Settore e migranti”.