Data: 16/05/2018

Aspettando la "Mille Miglia". Orvieto accoglie i partecipanti al prestigioso evento internazionale

Domani 17 maggio in Piazza del Popolo il controllo orario degli equipaggi e poi la sfilata della 450 vetture d'epoca fino a Piazza Duomo

COMUNICATO STAMPA n. 378/18 G.M. del 16.05.18 
Aspettando la 1000 MIGLIA: ad Orvieto fervono i preparativi per accogliere domani 17 maggio, la corsa più bella del mondo 
(ON/AF) – ORVIETO – Se a Brescia i motori già si sono accesi per la partenza della 36^ rievocazione della 1000 Miglia, ad Orvieto si stanno ultimando i preparativi per l’accoglienza - domani 17 maggio -
 della lunga carovana di auto storiche che fanno di questa straordinaria corsa un evento internazionale ad alta valenza sportiva, culturale e promozione per il Bel Paese dove, lungo 1.743 km di strade, sfila il meglio dell’automobilismo sportivo prodotto tra gli Anni Venti e Cinquanta. 
Domani, la Mille Miglia attraverserà l’Umbria, nei territori di Orvieto e Amelia, pronti ad accogliere auto storiche e vip, fra questi i cantanti e musicisti: Piero Pelù, Guy Berryman bassista dei Coldplay, Alvaro Soler, l’ex pilota di Formula1 Giancarlo Fisichella, Derek Hill, figlio di Damon, campione del mondo di F1, Jochen Mass, Bernd Maylander (in F1 guida le safety-car) e Walter Rohrl dal mondo del rally.
Ma anche il principe olandese Pieter Christian Van Oranje, cugino del re d’Olanda e poi l’attrice Francesca Chillemi, l’attore premio Oscar Adrien Brody e Albert Carreras, figlio del grande tenore spagnolo Josè e il modello Marco Cartasegna. Dal mondo dell’imprenditoria: Luca Missoni oggi a capo dell’omonima casa di moda, Patrizio Bertelli, AD del gruppo Prada, Alessandro e Sebastiano Marzotto, imprenditori del settore vinicolo. 
Alla 36^ rievocazione della 1000 Miglia - corsa di velocità disputata tra il 1927 e il 1957 – sono in gara 450 vetture d’epoca in rappresentanza di 73 case costruttrici, di cui 10 appartenenti alla categoria militare condotte da rappresentanti delle forze armate, 34 i Paesi rappresentanti dagli equipaggi provenienti da tutti i continenti, di cui il 30% italiani, seguiti da: olandesi, tedeschi, inglesi, americani e giapponesi. 
Ad Orvieto, dove in Piazza del Popolo ci sarà il controllo orario degli equipaggi, ad accogliere e salutare i partecipanti alla 1000 Miglia, oltre allo straordinario spettacolo del museo a cielo aperto quale è la rupe e il centro storico ricco di tesori artisti e architettonici, accanto alle autorità, ci saranno tanti appassionati delle auto storiche, scolaresche, studenti, turisti e …. la “lumachella”.
Grazie infatti alla collaborazione dei forni della città, a tutti gli equipaggi verrà offerto un saporito souvenir di questa tipicità gastronomica tutta orvietana che allude alla lentezza e soprattutto è simbolo del buon vivere delle Cittaslow di cui Orvieto è capitale internazionale.