Data: 29/07/2017

Aggiornamento convenzione per progettazione e attuazione della Strategia d’Area “Sud-Ovest Orvietano”

Approvata dal Consiglio Comunale

 
COMUNICATO STAMPA n. 616/17 C.C. del 29.07.17
Strategia nazionale “Aree Interne”: Consiglio Comunale di Orvieto approva aggiornamento e integrazione della convenzione tra i Comuni del territorio per la progettazione e l’attuazione della Strategia d’Area “Sud-Ovest Orvietano”
(ON/AF) – ORVIETO – Il Consiglio Comunale ha approvato (7 favorevoli: maggioranza e Vergaglia;1 astenuto: Sacripanti) l’aggiornamento e l’integrazione della convenzione tra i Comuni del territorio dell’Orvietano per la progettazione e l’attuazione della Strategia d’Area Interna comprendente i Comuni di: Città della Pieve, Monteleone di Orvieto, Montegabbione, Parrano, San Venanzo, Ficulle, Fabro, Allerona, Castel Viscardo, Castel Giorgio, Orvieto, Porano, Baschi, Montecchio, Guardea, Alviano, Lugnano in Teverina, Attigliano, Giove, Penna in Teverina; convenzione che integra ed aggiorna l’accordo già stipulato il 30 aprile 2015 tra i venti comuni dell’area relativamente alla redazione del progetto complesso e calibrato al raggiungimento degli obiettivi intermedi e finali da tradursi in un Accordo di Programma Quadro tra Area, Regione e Ministero.
L’aggiornamento della convenzione che conferma il Comune di Orvieto quale capofila, regola i rapporti tra i comuni relativamente alla sottoscrizione degli atti e alla gestione delle procedure successive alla firma, inoltre autorizza l’Ente capofila a sottoscrivere sia l’Atto Negoziale con la Regione Umbria, che regolerà i rapporti tra i due enti e l’APQ/Accordo di Programma Quadro con i soggetti previsti nella delibera CIPE del 19 agosto 2016 (entro il 30 settembre 2017).
Relatore dell’atto è stato il Sindaco, Giuseppe Germani che ha riassunto le fasi salienti della procedura dell’Area Interna avviata nell’ottobre 2014 con l’adozione dell’Accordo di Partenariato tra Stato Italiano e Unione Europea per la definizione dei contenuti strategici e le modalità attuative per lo sviluppo della strategia Aree Interne, individuando la combinazione di azioni per lo sviluppo locale e di rafforzamento dei servizi di cittadinanza (sanità, istruzione, trasporti) da attuarsi attraverso risorse ordinarie e risorse a valere sul Fondo Sociale Europeo (FSE), sul Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale (FESR), sul Fondo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (FEASR).
“Nelle prossime settimane – ha annunciato - saremo in grado di portare all’attenzione del Consiglio il documento finale con tutte le schede di progetto e di bando”.
Nel breve dibattito che ha preceduto la votazione, la Cons.ra Lucia Vergaglia (M5S) ha detto: “visto che abbiamo un consigliere delegato (Taddei), perché questi atti arrivano al Consiglio solo al momento finale dell’iter che hanno attraversato. In questo modo il Consiglio viene ad esercitare solo una funzione notarile. E’ chiaro che questi atti sono approvati ma ho un rammarico: il fatto che non siano stati svolti incontri nemmeno di tipo formali. Tagliare fuori i Consiglieri significa tagliare fuori una buona fetta della cittadinanza. Possibile che il Sindaco non abbia mai tempo per i Consiglieri? Il mio voto è favorevole per coerenza. Ci sono delle scelte strategiche come lo scalo merci di Baschi che meritava qualche notizia in più sulla strategia. Sono delusa perché si va avanti sempre così. Favorevole”.
Sindaco, Giuseppe Germani: “a settembre saremo in grado di poter avere la documentazione necessaria prima che escano gli atti definitivi, per dare modo anche ai tecnici di informare tutto il Consiglio Comunale”.
Andrea Sacripanti (Gruppo Misto): “la mia posizione su Aree Interne è nota e l’impressione che percepisco è quella della montagna che partorisce il topolino, puntualizzo altresì che le attività di Protezione Civile in funzione associata erano in qualche modo già svolte prima. Per ora segni tangibili non ce ne sono. In continuità con quanto ho fatto finora mi asterrò”.
____________________________
La convenzione ha la durata di 5 anni a partire dalla sua sottoscrizione, termine che potrà essere prorogato con successivo atto da adottarsi da parte di tutti gli Enti firmatari.
L’Assemblea dei Sindaci, è l’organo decisionale permanente, supremo, rappresentato dal Sindaco di ogni Comune o suo delegato che avrà il compito, oltre che di raccordo con l’Amministrazione di appartenenza, di assumere tutte le decisioni rilevanti in ordine agli indirizzi, azioni, progetti e quanto altro possa integrare l’attuazione dei programmi di Area. 
L’Assemblea dei Sindaci può eleggere un Comitato Ristretto, per supportare l’Assemblea stessa nella predisposizione della azioni operative necessarie all’attuazione del piano strategico, o di quant’altro ritenuto utile.
Il Comune capofila (Orvieto) presiede e convoca l’Assemblea dei Sindaci dei Comuni dell’Area Interna; adotta tutti gli atti, le attività, le procedure ed i provvedimenti necessari all’operatività degli interventi previsti dalla Strategia e dalla convenzione; adotta e dà applicazione ai regolamenti ed altri atti necessari a disciplinare l’organizzazione ed il funzionamento degli interventi; compie ogni adempimento amministrativo, compresa l’attività contrattuale, negoziale o di accordo, con altre pubbliche amministrazioni o privati; verifica la rispondenza dell’attività gestionale con le finalità previste dalla convenzione. Inoltre, rappresenta presso enti ed amministrazioni i soggetti sottoscrittori; individua nell’ambito della propria organizzazione un “Responsabile unico del Procedimento”, per tipologia di progetti in carico al comune capofila e si avvale della collaborazione del Coordinatore Tecnico per l’attuazione della Strategia di Area, individuato nella D.ssa Carla Lodi, del Comune di Orvieto, che partecipa ai lavori dell’Assemblea e del Comitato Ristretto (se individuato) e collabora con i Rup individuati dai soggetti attuatori della strategia.
Lo stesso coordina le fasi di elaborazione dei progetti di sviluppo individuati nella strategia di Area, coordina ed organizza le fasi di partecipazione dei suddetti progetti e piani con la popolazione locale; intrattiene rapporti e costituisce il referente tecnico per l’Area Interna Sud Ovest Orvietano con gli organismi nazionali e regionali competenti; collabora con il Rup individuato dal comune capofila.
Il Coordinatore tecnico si avvale delle risorse umane e degli uffici messi a disposizione dai vari Comuni dall’Area Interna, nonché dal comune Capofila e può altresì avvalersi di personale esterno qualificato individuato attraverso apposite manifestazioni di interesse, nel rispetto della normativa vigente sul reclutamento di personale e conferimento di incarichi.
Gli Uffici di ogni Comune aderente si impegnano a garantire l’apporto amministrativo e tecnico necessario alla predisposizione e alla realizzazione dei programmi di lavoro.  I Comuni designano un RUP all’atto della sottoscrizione della convenzione. Le individuazioni potranno essere modificate per sopravvenute esigenze organizzative dell’Ente sempre a mezzo di formale comunicazione.
Il termine per la sottoscrizione dell’Accordo di Programma quadro della Strategia d’Area è fissato alla data del 30 settembre 2017 dalla delibera CIPE n. 43 del 10/8/2016. Eventuali nuove scadenze si intendono automaticamente recepite.
I Comuni aderenti dovranno adottare tutte le azioni necessarie a raggiungere l’obiettivo dello svolgimento in forma associata delle due funzioni fondamentali individuate: catasto e protezione civile, oltre alla programmazione economica/turismo e a quant’altro previsto nel progetto a valere sui fondi POR UMBRIA FSE 2017-2020 - Asse Capacità istituzionale ed amministrativa  “Gestione associata delle funzioni da parte dei Comuni”, approvato dalla Regione Umbria il 28 giugno 2017 
Ogni Comune ha l’onere di espletare tutte le pratiche amministrative previste per legge e derivanti dalle azioni comuni. Eventuali modifiche alla convenzione di natura non sostanziale potranno essere apportate con atti adottati dalle giunte comunali dei comuni aderenti.