Data: 13/06/2018

9° Memorial “Luca Coscioni” Meeting Internazionale di Atletica Leggera M/F - Orvieto 17 giugno

L'evento sportivo è stato presentato oggi presso la Sede Comunale. Quest'anno sarà anche una occasione di riflessione sulla “Legge sul Biotestamento"

 
COMUNICATO STAMPA n. 480/18 G.M. del 13.06.18
Grandi campioni dell’Atletica Leggera italiana M/F al 9° Memorial “Luca Coscioni” Meeting Internazionale. Oltre 250 gli atleti in gara, in pista anche Howe e i fratelli Borlee 
 
• Domenica 17 giugno a partire dalle ore 17 sulle piste dello Stadio “Luigi Muzi” di Orvieto gareggeranno atleti di livello nazionale e internazionale
• In memori del ricercatore e atleta orvietano malato di Sla nasce il Premio “Associazione Luca Coscioni” al merito sportivo e sociale
• Il Meeting sarà preceduto Sabato 16 giugno ore 17 al Palazzo dei Sette dall’incontro pubblico sul tema “Legge sul Biotestamento: una maratona lunga oltre trent’anni!” promosso dall’Associazione “Luca Coscioni” e dal Comune di Orvieto
(ON/AF) – ORVIETO – E’ in programma per domenica 17 giugno allo Stadio “Luigi Muzi” di Orvieto a partire dalle ore 17:00 – ingresso gratuito - il 9° Memorial Internazionale di Atletica Leggera M/F “Luca Coscioni”. Evento sportivo intitolato alla memoria del ricercatore e atleta orvietano malato di Sla scomparso nel 2006 a soli 38 anni, organizzato dalla Libertas Orvieto, dal Comune di Orvieto / Assessorato allo Sport, dall’Associazione “Luca Coscioni”, dalla famiglia Coscioni con la collaborazione della Fidal e del Comitato regionale umbro del Coni e con il contributo della Cassa di risparmio di Orvieto e della Fondazione Cro.
La manifestazione, nata nove anni fa da un’idea di Alessandro Bracciali e Carlo Moscatelli per ricordare la figura del concittadino e atleta Luca Coscioni – il Maratoneta, l’uomo che ha corso oltre il rumore dei propri passi ed accreditata dalla Federazione Italiana di Atletica Leggera come uno dei Meeting più partecipati, non è solo un grande evento sportivo di livello internazionale, ma unisce la passione e lo spettacolo della grande Atletica Leggera all’impegno civile e sociale, proprio come Luca Coscioni ha testimoniato con la sua vita.
Davvero tanti e importanti i nomi dell’atletica leggera italiana e internazionale che saranno protagonisti della più importante rassegna di atletica in Umbria, inserita stabilmente ormai tra le migliori del ranking nazionale. 
L’edizione 2018 del Memorial ospiterà oltre 250 atleti con un ricco programma di gare di 14 specialità tra le quali, novità di quest’anno, anche i 100 e 110 metri ostacoli Juniores e Assoluti.
Nel programma della velocità spiccano i nomi di Andrew Howe, già campione europeo e vice campione del Mondo nel salto in lungo, che a Orvieto correrà i 200 metri sfidando i fratelli Jonathan, Dylan e Kevin Borlee, specialisti dei 400 metri e già campioni europei nella staffetta 4x400 con la nazionale belga. 
Sui 200 metri maschili correranno anche Matteo Galvan e Giovanni Galbieri mentre nei 100 metri – unica specialità per la quale sono previste batterie di qualificazione e finale – si presenteranno alla partenza altri nazionali azzurri come Obou Delmas e Jacques Riparelli
Nei 100 metri femminili occhi puntati sulle staffettiste della nazionale italiana della 4x100 Audrey Alloh, Anna Bongiorni e Irene Siracusa; nei 400 metri femminili ci sarà invece la storica componente della staffetta 4x400 azzurra Enrica Spacca oltre alla francese Hanne Mamadou, mentre nei 110 hs c’è attesa per Luminosa Bogliolo, attualmente prima nella graduatoria italiana. Particolarmente affollata la gara dei 400 hs maschili che vedrà in gara tutti i migliori atleti d’Italia tra i quali Alessandro Sibilio, argento agli Europei Juniores. 
 
Una novità del 2018 sarà la gara del salto triplo, in pedana tra gli uomini Daniele Greco e Fabrizio Schembri, tra le donne Daria Derkach e Simona Lamantia oggi ai vertici della classifica italiana di specialità. 
Sfilza di nazionali anche nel salto in alto con Matteo Mosconi, Nicholas De Luca, Lorenzo Carlone, Eugenio Meloni e Andrea Lemmi, nel disco maschile in gara anche l’umbro di Città di Castello Giovanni Faloci, secondo in Italia, e in quello femminile Valentina Aniballi e Stefania Strumillo. Infine molto interessanti si preannunciano le gare sui 3000 metri, tra le donne luci accese su Giulia Aprile, terza nella classifica italiana. 
___________________________
A presentare l’evento sportivo sono stati questa mattina in Comune, la Vice Sindaco e Assessore allo Sport, Cristina Croce, il Presidente Libertas Orvieto, Sergio Viola, il Presidente della FIDAL Umbria, Carlo Moscatelli, Alessandro Bracciali fiduciario tecnico della Fidal e ideatore del Meeting, l’Assessore alla Sanità, Roberta Cotigni, Marco Perduca coordinatore delle attività internazionali dell’Associazione Luca Coscioni la Consigliera Comunale Maria Flavia Timperi. Presenti i genitori di Luca, Anna Cristina e Rodolfo Coscioni.
 
“E’ sempre una emozione presentare il Memorial ‘Luca Coscioni’ che, coniuga il ricordo di un amico che ha dato tanto allo sport orvietano e alle battaglie di civiltà. Il Meeting è una manifestazione di altissimo livello che è cresciuta nel corso degli anni e che la città di Orvieto è onorata di ospitare” ha affermato la vicesindaco Cristina Croce.
“Dal 2010 a oggi ha scalato la vetta dei meeting – ha detto il presidente dell’Atletica Libertas Orvieto, Sergio Violanegli anni l’evento è cresciuto da nazionale è diventato internazionale, inserendosi tra le migliori manifestazioni nazionali e internazionali così come è cresciuto il nostro movimento sia in termini di tesserati che di risultati”.
“Tutto è cominciato nel 2010 e il Memorial è la punta di un iceberg. Tutto questo però è il frutto del lavoro svolto egregiamente dalla Fidal Umbria – ha aggiunto Alessandro Braccialiche anche grazie a manifestazioni come questa ha riportato l’atletica umbra ai vertici dell’atletica italiana portando negli ultimi tre anni il movimento a crescere più di ogni altra regione; da tre anni siamo la regione che cresce di più come iscritti, come trasferte e come crescita atletica dei giovani”. 
Il parterre degli atleti è stato anticipato da Carlo Moscatelli, Presidente di FIDAL Umbria che non ha esitato a definirlo “un parterre ‘da paura’, di assoluto livello internazionale dove molti atleti cercano il pass per andare agli europei”. 
“Dal punto di vista tecnico questa è la migliore edizione di sempre – ha aggiunto – per i tanti nomi importanti degli atleti che saranno in gara e che cominciano qui il percorso di avvicinamento ai Campionati italiani e quelli Europei di Berlino in programma a settembre. E’ noto come l’impianto di Orvieto sia attrattivo per gli atleti sia perché la pista è una delle più veloci in Italia sia per la posizione strategica. Purtroppo è anche l’unica che in Umbria può ospitare questo tipo di manifestazioni”. 
Da parte sua l’assessore alla Sanità, Roberta Cotigni ha ricordato come “ogni anno è una emozione forte presentare il Meeting, per l’amicizia che mi lega alla famiglia Coscioni. Quest’anno poi c’è un motivo in più ed è quello della istituzione, su una mia proposta approvata dal Consiglio Comunale, del Registro delle dichiarazioni anticipate di volontà per i trattamenti sanitari che intende promuovere l’autocoscienza e la sensibilità dei singoli sui temi del fine vita”.
Anche per questo il “Memorial Luca Coscioni” 2018 non sarà solo una parata di campioni per un grande avvenimento sportivo, ma anche l’occasione per riflettere sui temi del fine vita attraverso gli interventi di chi più si è battuto per l’approvazione della legge, temi che coinvolgono ciascuna persona. 
Per Sabato 16 giugno ore 17 al Palazzo dei Sette, infatti, si terrà l’incontro pubblico sul tema “Legge sul Biotestamento: una maratona lunga oltre trent’anni!” organizzato dal Comune di Orvieto / Assessore, Roberta Cotigni e Consigliera Comunale, Maria Flavia Timperi, in collaborazione con l’Associazione Luca Coscioni.
Vi parteciperanno: Rocco Berardo, membro di Giunta dell’Associazione “Luca Coscioni” con un focus su “La giurisprudenza sul fine vita”; Matteo Mainardi, coordinatore della campagna “Eutanasia Legale” che parlerà de “I contenuti della legge 219”, Mina Welby, co Presidente dell’Associazione “Luca Coscioni”, con una relazione intitolata “Da Piergiorgio Welby alla legge sul biotestamento”, Tommaso Ciacca, Direttore di SC Anestesia e Rianimazione dell’Ospedale di Orvieto / AUSL Umbria 2, che tratterà de “L’esperienza di un medico e la conquista di diritti civili” e infine Filomena Gallo, segretario dell’Associazione “Luca Coscioni” con una relazione intitolata “Liberi fino alla fine: la legalizzazione dell’eutanasia”.
“Un momento di approfondimento importante sui temi per i quali Luca si è battuto in tutta la sua vita e che oggi sono realtà”, ha sottolineato Maria Flavia Timperi esprimendo soddisfazione per essere riusciti a collegare all’evento sportivo di carattere internazionale un momento di approfondimento della legge approvata nel dicembre sorso. 
“Una legge – ha aggiunto - che è un traguardo di civiltà arrivato 35 anni dopo la prima legge approvata e dopo ripetuti appelli. Un lungo percorso che è stato davvero una maratona nel senso letterale del termine, nello spirito delle battaglie di Luca Coscioni e dei Radicali Italiani che ringraziamo. Sono molti e di varia natura gli aspetti collegati a questa legge a partire da quelli legati al Diritto Civile. In tal senso l’Ordine degli Avvocati ha concesso il riconoscimento dei crediti formativi per i propri iscritti che parteciperanno al convegno alla cui organizzazione ha collaborato l’Avv. Leonardo Pimpolari”. 
“Per consolidare ulteriormente il nostro sostegno e presenza al Memorial – ha detto Marco Perduca, coordinatore delle attività internazionali dell’associazione Luca Coscioni - abbiamo deciso di lanciare un Premio Associazione Luca Coscioni al merito sportivo e sociale che domenica conferiremo ad un atleta con disabilità che da sempre si batte contro le barriere architettoniche, culturali e sociali e contro ogni discriminazione in onore anche al nostro motto ‘dal corpo dei malati al cuore della politica’. Speriamo di vedervi numerosi tanto al convegno di sabato che al memorial di domenica per ribadire insieme l’importanza dello sport nel progresso della società”.
 
“Siamo felicissimi di essere coinvolti come famiglia e come associazione in questa manifestazione – ha detto la mamma di Luca, Anna Cristina Coscioniseguire la malattia di nostro figlio ha comportato tante cose brutte ma ha prodotto anche cose buone come queste. E per questo dico: sei stato grande Luca!”.
 
La manifestazione sarà trasmessa in diretta streaming sul canale della Fidal (www.atletica.tv) con il commento di Federico Bini. Speaker dell’evento Giuseppe Gianfreda.